HOT Churchly - шаблон joomla Mp3

Giuria 2017

Lajos koltai
Direttore Fotografia,
Regista
Presidente onorario giuria

Nasce a Budapest il 2 aprile 1946. Da liceale gira dei film amatoriali, nel 1964-65 lavora dalla televisione come assistente di operatore di ripresa e cameraman. Nel 1965 comincia il corso di operatore all’Università di Cinematografia dove è studente di Illyés György. Nel 1970 si laurea con il film “Propagandisti”. Dal 1970 lavora da MAFILM; all’inizio gira dei documentari, e in tre film d’arte è il cameraman del suo professore. È uno degli individui determinativi della cinematografia ungherese degli anni ‘70.

La stazione principale della sua attività era il fotografare delle telenovele e dei telegiochi. I toni opalini, oscuri, e il clima mistico fissati profondamente nello spettatore sono caratteristici della sua fotografia. Ha fotografato delle opere memorabili come “Signora Dery, dov’e’?” (1975) e “Belle e i pazzi” (1976). Una delle opere più riuscite è l’epocale “Il tempo si ferma” (1981) in regia di Peter Gothar, in cui l’applicazione delle luci (citazione del passato e i sollevamenti politici) hanno reso il film inimitabile grazie alla fotografia magnifica.

Dall’inizio lui è l’operatore di ripresa permanente di uno dei più grandi registratori ungheresi, István Szabó. Ha fotografato l’unico film ungherese che l’ha vinto il premio Oscar: il Mephisto (1981) come pure altri importanti film di Szabo’ come Il colonnello Redl, Dolce Emma, Cara Böbe, oppure “Tentazione di Venere” (con la protagonista Glenn Glose). Il Mephisto e Il colonnello Redl gli hanno aperto la via per l’America. Ha partecipato in molti film di successo (La Giusta Causa con Laurence Fishburne, Sean Connery e Ed Harris, nonché “Homer ed Eddie” in cui Mary Steenburgen ha ricevuto l’Oscar).

Anche lui partecipa al trionfo del Sunshine (1999, con Ralph Fiennes e molti attori ungheresi nei ruoli principali): ha ricevuto il premio European Film Awards per la fotografia. Il pregio che ricevono solo pochi: è il membro dell’American Society of Cinematographers e della Academy of Motion Picture Arts and Sciences che distribuisce i premi Oscar.
È stato nominato al premio Oscar due volte.
È l’operatore del Mephisto che ha ricevuto il premio Oscar.


Alessio Gelsini Torresi
Direttore Fotografia

Inizia l’attività lavorativa come assistente operatore con Tonino Delli Colli. Primo film Il Decamerone di P.P.Pasolini.Ha avuto poi l’opportunità di collaborare con altri direttori della fotografia come Franco Di Giacomo,Ennio Guarnieri,Beppe Lanci,Silvano Ippoliti,Claudio ragona,Luciano Tovoli,Pasqualino De Santis. Primo film come operatore di macchina:In nome del papa re di Luigi Magni,quindi la straordinaria esperienza in Bianca di Nanni Moretti.
Poi le prime esperienze come autore della fotografia nei video clips musicali a cui seguono alcuni degli spot pubblicitari più importanti degli ultimi anni, Tim, Lavazza, Fiat, Ferrero. Nel 2005 Firma la regia del film “Stasera lo faccio” presentato in concorso al Festival di Giffoni.
Filmografia come autore della fotografia
Il grande Blek(G.Piccioni)
Piccoli Equivoci (R.Tognazzi)  
Snack bar Budapest(T.Brass)
Candidatura Ciack d’oro migliore fotografia
Zugzwang(D.Cesarano)
La Stazione(S.Rubini)
Premio Sacher d’oro migliore fotografia.


Andrea Purgatori
Sceneggiatore, Scrittore, Giornalista

Roma, 1953) è un giornalista, scrittore e sceneggiatore. Master of Science, Columbia University Graduate School of Journalism (New York, 1980). Special correspondent per il Corriere della Sera dal 1976 al 1998, si è occupato di terrorismo, intelligence è criminalità organizzata. E’ stato corrispondente di guerra in Africa, Medio Oriente e Balcani. Attualmente scrive per l’Huffington Post. Autore e conduttore di reportage e programmi televisivi per la Rai. Docente di sceneggiatura (Centro sperimentale di cinematografia e Accademia d’arte drammatica Silvio d’Amico). E’ membro del Direttivo dell’Accademia del cinema italiano e dell’European Film Academy. Presidente di Greenpeace dal 2014, da due anni è anche consigliere di gestione della Siae in rappresentanza degli autori di cinema italiani. Sceneggiature per il cinema – Spettri (1986), Maya (1987), Panama Sugar (1990), Il muro di gomma (1991, Festival di Venezia, selezione ufficiale; candidato al David di Donatello per la migliore sceneggiatura; Nastro d’argento, migliore sceneggiatura), Nel continente nero (1992; candidato al Nastro d’argento, migliore sceneggiatura), Il giudice ragazzino (1994, Festival di Berlino, selezione ufficiale/Blue Ribbon Award; candidato al David di Donatello, migliore sceneggiatura; Globo d’Oro per la migliore sceneggiatura), Segreto di Stato (1995), Last cut (1998), Il fantasma di Corleone (2004), Fortapàsc (2009, candidato a David di Donatello, Nastro d’Argento e Ciak d’oro per la migliore sceneggiatura - Premio Elsa Morante Cinema - Premio internazionale Sergio Amidei per la migliore sceneggiatura); Vallanzasca (soggetto, 2011 Festival di Venezia, evento speciale); L’industriale (2011, Festival del cinema di Roma, evento speciale; candidato al Globo d’Oro 2012 per la migliore sceneggiatura); Cha cha cha (2013).
Sceneggiature per la televisione – La madre inutile (RaiDue 1996; Premio Italia, selezione ufficiale), Vite blindate (RaiUno 1998), Iqbal (RaiUno 1998, Montecarlo film festival, sel. ufficiale/Premio del pubblico; Banf film festival, sel. ufficiale; Monaco tv film festival, sel. ufficiale; New Dehli tv film festival, sel. ufficiale), Fine secolo (RaiDue, 1999), La vita cambia (RaiUno, 2000), Sospetti (RaiDue, 2000), L’attentatuni (RaiDue, 2001), Il terzo segreto (RaiDue, 2001), Un caso di coscienza (RaiDue, 2003), Attacco allo Stato (Canale 5, 2005), Un caso di coscienza/2 (RaiUno, 2006), Fratelli (RaiUno, 2006), Petrosino (RaiUno, 2006), Nati ieri (Canale 5, 2007), Graffio di Tigre (RaiUno, 2007), Operazione pilota (RaiUno, 2007), Caravaggio (RaiUno 2007, Roma Fictionfest, evento; Golden Chest award, best tv film; Shangai Film Festival, 4 nominations included best screenplay), L’amore proibito (RaiDue 2007, Roma Fictionfest, selezione ufficiale), Un caso di coscienza/3 (RaiUno, 2008), Il bambino della domenica (RaiUno 2008); Lo smemorato di Collegno (RaiUno 2009): Un caso di coscienza/4 (RaiUno 2009/2010): Lo scandalo della Banca Romana (RaiUno 2010, Fipa d’or Biarritz Film Festival per la migliore sceneggiatura, nomination come miglior miniserie ai Festival di Montecarlo e Shangai); Il bandito e il campione (RaiUno, 2010) Mia madre (RaiUno, 2010); L’amore proibito (RaiUno, 2011); Dov’è mia figlia? (Canale 5, 2011); Il commissario Nardone  (RaiUno,2012, menzione speciale Roma Fictionfest 2013); Un caso di coscienza/5 (RaiUno 2013); Le due leggi (RaiUno, 2014); Ragion di Stato (RaiUno, 2015); Lampedusa (RaiUno, 2016).
Awards - Nastro d’argento, miglior soggetto (Il muro di gomma, 1992), Premio Altiero Spinelli (1992), Premio Hemingway (1992), Premio Cinema per la pace (Il muro di gomma, 1993), Premio Cinema e società (Il muro di gomma/Nel continente nero, 1993), Globo d’oro, migliore sceneggiatura (Il giudice ragazzino, 1994), Premio Chinnici (1999), Premio Colombe d’Oro per la pace (2001), Premio Elsa Morante Cinema (Fortapàsc, 2009), Premio Internazionale Sergio  Amidei per la migliore sceneggiatura (Fortapàsc, 2009), Fipa d’or, Biarritz film festival per la migliore sceneggiatura (Lo scandalo della Banca Romana, 2010).


Nicoletta Ercole
Costumista

Costumista per cinema, teatro e Televisione dal 1974, ha collaborato con molti registi italiani ed internazionali: da Marco Ferreri, per il quale ha disegnato i costumi per circa 12 film al Bolognini, Visconti, Benigni, Tornatore, James Cameron, Richard Loncraine, Julie Taymor, Francis Ford Coppola, Margarethe Von Trotta, De Sica, Vanzina, Pieraccioni, Nuti, e molti altri.
Ha disegnato i costumi per più di 130 film per Cinema, Televisione e molti spettacoli teatrali, lavorando con Polansky, Barbareschi, Giorgio Ferrara e molti altri. Ha lavorato nel campo della moda dal 1971 collaborando con la moda designer come Pier Luigi Trico, Renato Balestra, Valentino, Laura Biagiotti, Trussardi per il quale ha curato alcuni eventi e sfilate di moda.  E’ stata consulente di Bulgari per la promozione del product placement in Italia e Nord America per circa 8 anni. Nel corso degli anni ha sviluppato rapporti personali e professionali con molti designer e artigiani nel campo della moda italiana come Armani, Fendi, Ferrè, Lancetti, Missoni, Scervino, Balestra.
Ha lavorato nel campo della cultura e del cinema come consulente per Cinecittà Holding 2006-2008 ha curato un premio dedicato a tutti Tecnici e artigiani di film per conto dell’azienda.
Nel 2007, è stata responsabile della organizzazione delle celebrazioni del 70 ° anniversario della Cinecittà, con un parterre internazionale. Lei è stata nominata tre volte ai Nastri d’Argento per Designer Migliori costumi, tre volte al David di Donatello, una volta per gli Emmy Awards e una volta Academy Award con Milena Canonero.
Dal 2008 è Consigliere per gli eventi speciali, le relazioni esterne e la Progetto del Mecenati del Festival dei 2 Mondi di Spoleto sotto la direzione di Giorgio Ferrara.


Giancarlo Soldi
Regista Autore

Esordisce con il cortometraggio “Paranaja ” nel 1979.
Nel 1982 realizza il cortometraggio
“ No future” con cui vince il Festival Filmmaker di Milano.
Realizza poi “Polsi Sottili“ premio soggetto Filmaker 1985  e presentato al Forum del Festival di Berlino. Ricercatore di nuovi linguaggi realizza il documentario “ Candid Kantor” sul grande drammaturgo Tadeusz Kantor e che ottiene la Menzione speciale a TTV Teatro in video diretto da Franco Quadri.
Dirige il film “Nero.”, scritto da Tiziano Sclavi, interpretato da Sergio Castellitto, Chiara Caselli e Hugo Pratt ( Festival del Cinema di Venezia nel 1992. Menzione speciale al Festival del Polar Film di Cognac).
Sempre alla ricerca di nuovi linguaggi nel 1998 realizza  la serie “ Alex, indagini su mondi segreti “ interpretata da Romina Mondello
Il suo amore per i fumetti lo porta a realizzare i documentari:  “Nuvole Parlanti”, “I fumetti e noi” e  “Graphic Reporter” .
Realizza nel 2013 il documentario “Come TEX Nessuno Mai “,  distribuito da SergioBonelliEditore.
Nel 2015 il suo documentario “Nessuno Siamo Perfetti ” ottiene il Nastro d’Argento Menzione Speciale.


Stefania Casini
Regista, Autrice, Giornalista

Stefania Casini dopo una laurea in architettura e una brillante carriera di attrice che le permette di lavorare con Pietro Germi, Bernardo Bertolucci, Peter Greenaway, Dario Argento, Paul Morrissey, alla fine degli anni 70 si trasferisce a New York dove lavora con ANDY WARHOL nel film Andy Warhol’s Bad, decide poi di passare dietro la macchina da presa e inizia la sua carriera di giornalista e regista.
Per il cinema scrive e dirige insieme a Francesca Marciano il film” Lontano da dove” presentato al FILM FESTIVAL DI VENEZIA. Scrive e dirige poi: Un paradiso di bugie con  Claudio Amendola e Antonella Ponziani.
Dirige nel biennio 2000-2002 il Film Festival “Terra di Siena”.
Dirige 6 film per MEDIASET per la serie da lei creata VINCERE PER VINCERE
Viaggiatrice esperta e intrepida realizza numerosi documentari e reportage in tutto il mondo per MIXER, Format, tra cui le fortunate serie “AMERICA LATINA: storie di donne”, “ISLAM:storie di donne”, “Avere 20 anni a...” e per LA STORIA SIAMO NOI: “Vergogna : viaggio al centro del pudore”.”Preti di strada” “Il futuro è già qui:viaggio nella comunicazione.” “Così lontani così vicini:ritratti di periferia”.
Ultimamente ha creato e realizzato per RAISAT Premium il filler BORSETTE.
Inoltre ha realizzato alcuni filmati emozionali per MARATON ARTE e il documentario SCHIAFFO ALLA MAFIA ,bandiera di una vissuta esperienza della cooperativa Pio LA Torre ,che lavora i terreni confiscati nel Corleonese.
 Ha diretto per un anno la TV digitale IESTV  ed è tornata al documentario  con Madein Albania e Le acque segrete di Palermo ,ha inoltre prodotto Come Tex nessuno mai e NESSUNO SIAMO PERFETTI che si è aggiudicato il Nastro d’argento menzione speciale 2015.
Come giornalista ha collaborato ad Amica,MODA, TV7 corriere della sera, GIOIA,Marie Claire, Tv Sorrisi e canzoni,GRAZIA.
Negli ultimi anni si è dedicata allo studio dei nuovi linguaggi interattivi partecipando a vari work shop ha partecipato all Hackathon di Leipzig e ha fatto una working experience presso lo studio parigino Small Bang.
Il suo nuovo progetto è un docudramma transmediale sui migranti MARE NOSTRUM.


Stefania Berbenni
Giornalista

É caporedattore all’ufficio centrale di Panorama.
Nel newsmagazine mondadoriano ha rivestito vari ruoli, occupandosi di Cultura, Spettacoli e Società.
Negli anni, ha seguito numerosi festival cinematografici e letterari.
Esperienze in radio. Ha scritto due libri.

 

Il Catalogo

copertina catalogo 2017

Albo d'Oro/Golden list

Winner Kalat Nissa Film Festival 2017:
Eric Romero
Winner Kalat Nissa Film Festival 2013:
Mario Parruccini
Winner Kalat Nissa Film Festival 2016:
Edoardo Palma
Winner Kalat Nissa Film Festival 2012:
Riccardo Di Gerlando
Winner Kalat Nissa Film Festival 2015:
Isabella Salvetti
Winner Kalat Nissa Film Festival 2011:
Francesco Filippi
Winner Kalat Nissa Film Festival 2014:
Anna Yanovskaya